Porto San Giorgio

Cartografia-Porto-San-Giorgio

Cenni storici

1_-_san_giorgio_e_il_drago_DEF La storia di Porto San Giorgio è legata in maniera indissolubile alla vicina città di Fermo. Ne era il porto. Nel I secolo D.C. lo troviamo documentato come “Castellum Firmanorum”. In epoca medievale invece viene descritto come "Portus Firmi" ed è in questo periodo storico che il centro costiero viene riconosciuto come uno degli scali marittimi di primaria importanza per l’intera costa adriatica. Continua

 

 

Monumenti e chiese

Rocca-Tiepolo_VD

Rocca Tiepolo: Costruita nel 1267 dal veneziano Lorenzo Tiepolo, podestà di Fermo. La rocca, di forma quadrangolare con un mastio e merli guelfi, rappresenta un caratteristico fortilizio posto a difesa dei porti del litorale marchigiano. Divenne poi possesso di castellani e di uomini d’armi che vi fecero edificare nuove costruzioni. Recentemente è stata ristrutturata ed ora è sede, specialmente nel periodo estivo, di manifestazioni culturali teatrali di arte drammatica.

Teatro_Comunale_VD

Teatro Comunale: La costruzione fu iniziata nel 1813 su iniziativa di una società composta da cinquanta membri nata appositamente due anni prima. Tale società dopo aver decretato vincitore il progetto dell'architetto Giuseppe Lucatelli di Tolentino scelse il luogo dove il teatro doveva essere realizzato, la zona posta davanti la cisterna di Piazza San Giorgio. L'opera vide la luce nel 1816 e l'anno dopo fu inaugurata. Nel 1841 il teatro presentava già delle problematiche dovute quasi sicuramente a delle infiltrazioni di umidità. Tra gli anni '50 e '60 dell'800 il teatro venne riparato da Mariano Piervittori di Foligno con nuove decorazioni e nuove scene. Continua

Villa-Bonaparte_VD

Villa Bonaparte: La bella e imponente villa si deve all’iniziativa di Girolamo Bonaparte (1784-1860), ex re di Westfalia e principe di Montfort, ultimo fratello di Napoleone, che, dopo la disfatta di Waterloo (dove era stato comandante supremo dell’esercito francese), scelse, forse colpito dalla bellezza di questo luogo, di elevare il fermano a propria dimora.
La costruzione, dalle linee neoclassiche, identificata anche come “Villa Caterina”, dal nome della coniuge di Girolamo Bonaparte (Caterina di Wurttemberg), sorge a Porto San Giorgio nel vecchio Rione Castello, vicino all’antica cinta muraria (secolo XIII). Continua

 

 

Piazza San Giorgio

1_-_Chiesa_di_San_Giorgio

Chiesa di San Giorgio: Costruita nel 1830 a fianco della torre dell'orologio e ai piedi di Rocca Tiepolo su progetto è dell'architetto Ildebrando Giunchini. Davanti alla facciata, che risulta incompiuta, doveva trovarsi un portico con colonne doriche. L'interno a tre navate è cadenzato da colonne ioniche. Nell'abside una bella scultura di Giorgio Paci raffigurante San Giorgio con il drago.

2_-_Chiesa_dei_morti

Chiesa dei Morti: Realizzata nel secolo XVIII è collocata adiacente alla chiesa di San Giorgio. La struttura è preceduta da una sorta di atrio, dove, sulla facciata esterna, si notano dei bassorilievi. Sopra l'ingresso (sempre dell'atrio) troviamo lo stemma dell'arcivescovo di Fermo Cesare Brancadoro.

3_-_Torre_dellorologio

Torre dell’Orologio: Costruita nel 1829 nella piazza principale in sostituzione di un'altra torre purtroppo demolita nel 1820. Ogni cittadino, e perché no, ogni turista di passaggio butta un occhio al sul maestoso e puntuale amico.

4_-_Fontana_dellabbondanza

La fontana della Democrazia o dell'Abbondanza: Nel 1897 fu costruito l'acquedotto per la città di Porto San Giorgio, e, per celebrare l'importante evento, si pensò di chiedere ad Alfonso Bernardini di realizzare una scultura che celebrasse per sempre un'opera così rilevante per tutti i cittadini. Nella parte alta dell'intero impianto scultoreo, posta sopra un globo, si erge maestosa una figura femminile (immagine allegoria della democrazia) che regge nella mano destra un melograno e in quella sinistra delle spighe di grano, simboli rispettivamente di fecondità e abbondanza.

 

 

Altre attrattive da visitare

1_-_paese_vecchio

Paese vecchio: Percorrendo la via principale da Piazza San Giorgio si erge maestoso sullo sfondo un arco a sesto acuto, guardiano fiero e solitario dell'antico porto. Altri due passi e sulla sinistra un altro arco vigila invece sulla moderna città! Passeggiando tra i vicoli stretti ed angusti del paese vecchio si respira una soffice aria di mare. Curiosando con la memoria tra rumori ormai svaniti di antichi mestieri si distinguono chiare le tracce indelebili della storia...

2_-_museo_del_mare_def

Museo del mare: La raccolta nasce nel 2012 all'interno di una struttura cittadina. Successivamente viene trasferita al piano terra della Villa degli Oleandri (sua sede attuale). Il museo prende forma da molte opere appartenute alla collezione privata di Stefano Campussè.

3_-_riva_fiorita

Villa degli Oleandri, (Riva Fiorita): Di proprietà comunale, in passato veniva utilizzata per feste, concerti e balli. La villa è immersa in un ampio giardino, dove, non molto tempo fa, si poteva godere di un magico cinema all'aperto. Oggi vi trovano spazio invece, oltre al Museo del mare, numerose manifestazioni estive (e non solo), come: mostre, esposizioni, feste, spettacoli teatrali.

4_-_Chiesa_della_Madonna_del_Carmine_o_delle_Anime_Sante

Chiesa della Madonna del Carmine o delle Anime Sante: Chiesa della seconda metà del Seicento. Ad unica navata. L'altarecustodisce una tela datata 1695 raffigurante la Madonna del Carmine, San Giovanni Evangelista e San Nicola da Tolentino che intercede per le Anime del Purgatorio, opera di Francesco Trevisani. A destra e a sinistra troviamo due statue che raffigurano rispettivamente: la Fede e la Carità. Nella parte alta, sempre dell'altare, invece si scorge un'opera di Filippo Ricci datata 1760 e raffigurante l'Educazione della Vergine. La chiesa conserva anche una tavola di Vincenzo Pagani (Crocifissione con l'Addolorata Santa Maria Maddalena, San Girolamo e San Giovanni Evangelista).

5-Chiesa_del_Santissimo_Rosario

Chiesa del Santissimo Rosario: Costruita nel 1728. L'interno si presenta a tre navate. Interessanti sono: una statua dei primi anni del 1700 raffigurante la Madonna del Rosario e l'affresco del catino absidale realizzato dal sangiorgese Sigismondo Nardi alla fine del 1800 raffigurante una Madonna con Bambino e angeli.

6_-_Palazzo_Comunale

Palazzo Comunale: Al suo interno troviamo conservata una tela datata 1775 raffigurante San Giacomo fra due Santi, opera di Gaetano Gandolfi.

7_-_porto_turistico_peschereccio

Il porto turistico peschereccio: Nel 1500 la pesca si faceva con le tecniche dette "a tratta" e a "pelago". Alla metà del XVII secolo Porto San Giorgio vantava un numero considerevole di tartane (grandi barche). Tra la fine del XVII e gli inizi del XVIII troviamo lungo la costa la presenza di imbarcazioni ancora più grandi (per dimensioni) delle tartane. Intorno al 1850 l'attività peschereccia assume un aspetto più tecnico ed organizzato. Il primo pontile d'attracco fu realizzato nel 1954. Oggi quello di Porto San Giorgio è il più grande porto turistico dell'Adriatico con una superficie di 140.000 mq ed in grado di ospitare circa mille barche. Costruito nel 1984 ha ottenuto negli anni ben nove bandiere blu dalla Comunità Europea come riconoscimento di efficienza, organizzazione e pulizia.

 

 

Ville liberty

1_-_ville_liberty Grazie ad uno sviluppo edilizio notevole, avvenuto lungo la costa tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo, Porto San Giorgio può vantare un numero considerevole di eleganti edifici in stile Liberty realizzate appunto nei primi anni del Novecento. Passeggiando per la città se ne trovano diverse, quasi in ogni via. Come ad esempio la preziosissima Villa delle Rose. Costruita nel 1921, presenta all'esterno delle finissime decorazioni in maiolica, mentre all'interno, ad arricchire ogni angolo, è l'Art Nouveau. Nel 1947 la villa fu donata alle Canossiane le quali recuperarono tutta la struttura che risultò gravemente danneggiata alla fine del secondo conflitto mondiale.

 

 

MOMENTS LIKE THIS

SECONDE CASE

Seconde-case

Iniziativa degli affitti per le
seconde case di proprietà privata.

LE NOSTRE BANDIERE

Bandiera-verde-pediatri-italiani

Bandiera Blu (Foundation for Environmental Education)

Guida Blu (Legambiente)

HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in: 0.19 secondi
Powered by Simplit CMS